Il ritorno dell’alta pressione

Dopo una settimana vivace con due possibilità di nevicate che però hanno portato solo due veloci e striminzite imbiancate in terra lodigiana, i modelli ci prospettano il ritorno dell’alta pressione.

La situazione al suolo prevista per le ore 12 di oggi, domenica 3 febbraio ci mostra i fronti e la linea di instabilità attive nel Mediterraneo associate alla bassa pressione centrata sul mar Tirreno. Questo nucleo perturbato si sposterà nei prossimi giorni verso sud est, liberando in tal modo l’Italia settentrionale dalle nubi e dalle piogge, grazie al tentativo di espansione dell’alta pressione delle Azzorre che dalla Spagna tenderà a conquistare l’Europa centrale, lambendo in tal modo il nostro territorio.

Questo tentativo , già visibile nella previsione di lunedì, si consoliderà nelle giornate di martedì e mercoledì

sia al suolo che in quota

nonostante il tentativo di rivincita dell’Atlantico, rappresentato dalla ben strutturata perturbazione che cercherà di entrare di nuovo sull’Europa occidentale e nel Mediterraneo. Questo tentativo, ad oggi, parrebbe scongiurato almeno fino al fine settimana.

A questo punto si tratta di trarre le dovute conclusioni: da domani, lunedì 4, netto miglioramento del tempo sull’Italia settentrionale con il ritorno del sole e la scomparsa delle precipitazioni.

Le temperature minime mostreranno una diminuzione a causa del cielo notturno sereno, mentre le massime un aumento, nebbia permettendo e sempre in agguato nel periodo invernale quando l’alta pressione viene a trovarci.

Secondo i modelli non ci saranno precipitazioni, almeno fino a venerdì 8. Guardando l’andamento delle temperature al suolo e le precipitazioni previste sul medio termine, gli amanti del freddo e della neve dovrebbero preoccuparsi…ma la natura ed in particolare l’atmosfera spesso è capace di improvvisi cambiamenti e capovolgimenti di fronte.

Basta guardare ciò che sta succedendo nel nord America, dove dopo il periodo di gelo estremo dei giorni scorsi,

da oggi si troveranno ad avere temperature da primavera inoltrata o quasi.

Non diamo quindi per scontato che, viste le previsioni a medio termine, l’inverno da noi sia alle sue battute finali: diamo tempo al tempo. Alla prossima.

Foto di anteprima by ab

 

 

 

 


Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Permanent link to this article: http://www.meteolodi.net/2019/02/03/il-ritorno-dellalta-pressione-2/