Buon Anno

A volte osservando troppo a lungo l’evoluzione del tempo meteorologico ci si dimentica del tempo scandito dal calendario…scusate quindi il ritardo dell’analisi e… Buon Anno nuovo a tutti!

Osservando la situazione in quota prevista per oggi, primo giorno dell’anno, possiamo notare la forte espansione dell’anticiclone subtropicale verso l’Islanda e la Groenlandia e di conseguenza, il probabile futuro abbassamento del fronte polare verso i Balcani e l’Europa centrale.

In effetti già nella giornata di domani mercoledì 2 e soprattutto in quella di giovedì 3, questa manovra si concretizzerà e sarà accompagnata da freddi venti.

L’aria fredda entrerà da nord attraverso la valle del Rodano sotto forma di Mistral, e sotto forma di Fohn dalle Alpi, mentre la massa principale arriverà da nord est  e colpirà in prevalenza il litorale adriatico dell’Italia centro meridionale.

La conseguenza sarà una diminuzione delle temperature con di nuovo la comparsa di valori negativi nelle minime notturne. Niente di straordinario: siamo in inverno, anche se a volte tendiamo a dimenticarlo.

Lo sbalzo sarà notevole, soprattutto in quota, come possiamo vedere del grafico sopra riportato, in quanto passeremo da un periodo con temperature decisamente superiori alla media stagionale ad uno con valori sotto la media del periodo.

Al suolo ciò comporterà gelate notturne e di primo mattino con minime oscillanti tra -3 e -5°C per un paio di giorni.

E poi…per il futuro tutto appare ancora incerto e avvolto nella nebbia, anche se gli amanti del freddo e del “vero” inverno per ora possono aggrapparsi alla speranza che lo Stratwarming che si sta sviluppando sul vortice Polare porti neve e gelo alle nostre latitudini.

Arrivederci a giovedì per gli aggiornamenti sul fine settimana.

Immagine dei venti al suolo by https://earth.nullschool.net, foto di anteprima by ab.


Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Permanent link to this article: http://www.meteolodi.net/2019/01/01/buon-anno/